Coro MANI BIANCHE-CORPO FILARMONICO DI SANT'ILARIO APS

Coro MANI BIANCHE

logo_coro_mani_bianche_RE_black_ridotto

La musica è una legge morale.
Essa dà un'anima all'universo, le ali al pensiero, uno slancio all'immaginazione,
un fascino alla tristezza, un impulso alla gaiezza e la vita a tutte le cose.

 

Platone

MANI_BIANCHE_25_APRILE_2018


Penso che tutti dovrebbero cantare.

Non c’è una sola persona che canta come un’altra: è un processo simile a quello delle impronte digitali.

Björk


 

PREMESSA

“Cantare con le mani ascoltare con gli occhi”


Il Coro Mani Bianche Reggio Emilia
è un progetto sperimentale di coro integrato con la LIS. L’idea pedagogica e artistica trae ispirazione dal famoso sistema fondato in Venezuela dal maestro Josè Antonio Abreu che per quarant’anni ha promosso l’emancipazione dei ragazzi di strada dalla criminalità, dalla droga e dalla dispersione scolastica attraverso la musica. Il primo coro “Manos blancas” nasce in Venezuela nel 1999 grazie a Naibeth Garcia e riunisce bambini con deficit uditivi, visivi, cognitivi, motori e autistici. Questa stessa idea accompagna il nostro intento: chiunque potrà indossare i guanti bianchi e cantare con la voce, con i segni, con lo sguardo e con l’espressione corporea. Il coro, infatti, vuole essere momento/opportunità per esprimere vissuti ed emozioni, creare energie dinamiche e creative: bambini, ragazzi e adulti potranno cantare insieme ad altri che segnano con le mani in una coreografia gestuale ispirata alla lingua dei segni italiana (LIS).

Finalità del progetto

  • Promuovere la pratica collettiva della musica d’insieme.
  • Formare un coro che utilizzi la LIS.
  • Valorizzare le peculiarità di ciascun partecipante promuovendo l’espressione e la comunicazione di sé attraverso la LIS e i linguaggi artistici.
  • Educare al rispetto delle differenze attraverso la partecipazione attiva, la condivisione e la co-costruzione di un progetto comune.
  • Promuovere momenti ed esperienze volti alla conoscenza di abilità “altre” .
  • Attivare aggregazione, integrazione, inclusione sociale e benessere.
  • Far emergere l’importanza del riconoscimento della LIS come lingua per tutti.


Obiettivi da raggiungere

  • Cantare con le mani, usare il ritmo, l’armonia e lo spazio al posto della voce e del suono.
  • Superare situazioni di disagio rendendo la musica accessibile a tutti e utilizzarla come linguaggio condiviso.
  • Vivere situazioni di integrazione e inclusione attraverso l’esperienza corale/musicale: voce, esperienza corporea, uso dei segni.
  • Esprimere ed arricchire la sfera affettiva e valoriale attraverso i linguaggi dell’arte.
  • Maturare capacità di socializzazione, spirito di collaborazione e di gruppo.
  • Avvicinarsi al mondo della musica attraverso il gioco, la conoscenza del proprio sé musicale e della propria espressione sonoro-emotiva.


Azioni del progetto

- Presentazione del progetto, creazione della rete, coinvolgimento della comunità e delle associazioni della provincia (volantini, pagina facebook, sito dell’associazione, partecipazione ad eventi)
- Laboratori musicali di avvicinamento alla lingua dei segni attraverso incontri settimanali da ottobre ad aprile

- Momenti di co-costruzione sociale e artistica.
- Creazione di performances


Destinatari del progetto

Bambini, ragazzi e adulti con o senza disabilità. Bambini, ragazzi e adulti sordi, con autismo, con deficit di comunicazione, con sindrome di down, con adhd, con fragilità sociali, stranieri e tutti coloro che hanno il desiderio di avvicinarsi alla lingua dei segni come pratica artistica ed espressiva.


Attività dell'organizzazione

L’Associazione si avvale della professionalità di docenti (interpreti) della lingua dei segni, di una pedagogista, di tecnici ed artisti professionisti per l’organizzazione dei laboratori, delle attività di divulgazione culturale e di produzione artistica che coinvolgono tutte le discipline (musica, canto, teatro, espressione corporea).

Equipe operatori

Prof.ssa Elisabetta Careri, pedagogista e esperta in attività espressive

Prof.ssa Sara Sistici, musicista e operatrice musicale
Dott.ssa Martina La Bruna, interprete LIS e assistente all’autonomia e alla comunicazione

Contatti
Prof.ssa Sara Sistici, 3476997049, associazione@corpofilarmonicosantilario.it